FORUM CODACONS PIEMONTE

Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

 

FORUM CODACONS PIEMONTE

 


Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

mutuo affitto

Tassi di interesse, TAEG, TAN, Mutui ipotecari e fondiari, Soglia anti-usura, Rapporti di esclusiva. -
Discussioni in generale sulla tutela del risparmio ‘tradito’ e sulle regole di comportamento degli intermediari finanziari (Banche, SIM, SICAV, SGR ecc.).

mutuo affitto

Messaggioda sica assunta » lun 15 dic 2008, 0:02

Gent.le avv. codacons
Le sarei grata se poteste darmi un consiglio o un chiarimento, conoscendo le leggi vigenti, su come posso muovermi verso la mia banca BNL .Io e mio marito abbiamo contratto un mutuo su ristrutturazione nel 2005 di 90.000,00 euro, a tasso variabile, ma a rata costante. Il prodotto bancario si chiamava affitto più.In sostanza questo mutuo ha la caratteristica di avere rata costante, ma si allunga la durata (che inizialmente era di 20 anni) e ogni cinque anni ho un aumento già fissato con contratto notarile di circa 50,00 euro sullarata. Ad oggi, per effetto dell'aumento dei tassi la durata è di tre anni circa in più, con una maxi rata che varia in base allo spread.Sono stata in banca e mi hanno detto che con al nostro mutuo loro non applicano gli stessi trattamenti previsti per chi ha un mutuo a tasso variabile, perchè per loro si tratta di un buon prodotto che ci tutela (infatti dopo 25 anni, tetto di durata massima del mutuo, il contratto si concluderà). Io temo eventuali cattive interpretazioni del contratto e soprattutto non mi fido. A chi posso rivolgermi, oppure ritenete il contratto sia da cambiare. Vi prego di darmi un consiglio o una dritta in merito. Non saprei a chi rivolgermi. Ringrazio in anticipo della considerazione. :?
sica assunta
Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: dom 14 dic 2008, 23:42
Località: battipaglia

Re: mutuo affitto

Messaggioda nerowolf » mer 7 gen 2009, 12:54

Gentile signora,
Secondo quanto ci riferisce, potrebbe valere la pena di informarsi presso la propria banca sulle modalità per effettuare la c.d. rinegoziazione Tremonti che prevede la possibilità di cristallizzare la rata sulla base della media dei tassi del 2006 e di pagare la differenza a debito 'spalmata' negli anni (con conseguente allungamento della durata del mutuo). Se la sua banca ha aderito alla convenzione ABI/Ministero dell'Economia, non potrà rifiutarsi di rinegoziare il mutuo, naturalmente se per lei tale operazione risultasse conveniente. Diversamente può informarsi presso altre banche circa le condizioni economiche che ciascun istituto sarebbe disposto ad applicarle per 'portare' il suo mutuo presso di loro; o per sostituire il suo mutuo con altro da loro erogato (in tal caso l'operazione prevederebbe l'estinzione del mutuo vecchio e l'accensione di un mutuo nuovo in sostituzione con la nuova banca).
Cordiali Saluti
Codacons Onlus
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
nerowolf
Avv. Codacons
 
Messaggi: 138
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:29
Località: Torino


Torna a Crediti, Mutui, Acquisti a rate - Responsabilità degli Intermediari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite