FORUM CODACONS PIEMONTE

Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

 

FORUM CODACONS PIEMONTE

 


Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

variazione condizioni mutuo (a tasso fisso)

Tassi di interesse, TAEG, TAN, Mutui ipotecari e fondiari, Soglia anti-usura, Rapporti di esclusiva. -
Discussioni in generale sulla tutela del risparmio ‘tradito’ e sulle regole di comportamento degli intermediari finanziari (Banche, SIM, SICAV, SGR ecc.).

variazione condizioni mutuo (a tasso fisso)

Messaggioda nowar » mar 27 mag 2008, 16:02

Buongiorno a tutti,

avrei gentilmente bisogno di un'informazione se qualcuno può aiutarmi.

Qualche settimana fa io e la mia compagna abbiamo contratto un mutuo a tasso fisso per acquisto prima casa con BNL sede di Cossato (BI) di durata ventennale per un importo di 130.000,00 euro. E' stato stabilito come data del rogito e della stipula ufficiale del mutuo il 29/05 (il compromesso fatto con l'agenzia immobiliare e la proprietaria venditrice della casa prevedeva di effettuare il rogito entro il 31/05).

Non mi soffermerò molto sulle problematiche che ci hanno sollevato perchè non abbiamo voluto fare l'assicurazione FACOLTATIVA (migliaia di euro); il direttore ci aveva anche "comunicato" che il non voler fare l'assicurazione poteva compromettere l'accettazione del mutuo da parte loro (nonostante sia io che la mia compagna abbiamo due contratti a tempo indeterminato e non abbiamo nessun tipo di debito, che in questi periodi, non dico sia cosa rara, ma quantomeno importante, come il direttore stesso ha sottolineato).


Inoltre, il direttore, nonostante io abbia già un conto corrente con BNL, ha preteso che aprissimo un conto congiunto dicendo che "ci aveva già fatto il favore di averci fatto avere il mutuo" e che quindi "pretendeva" questa cosa.


Oggi ha telefonato la banca dicendo che la rata del mutuo sarebbe aumentata di 12 euro al mese in quanto il tasso è cambiato e si fa riferimento ai 4 giorni prima della stipula dell'atto, cosa che ovviamente non ci è stata mai comunicata e non era scritta neppure sul contratto che ci hanno fatto firmare, nonostante la mia compagna ultimamente sia stata un'assidua frequentatrice della suddetta banca.

Ci hanno chiesto se siamo ancora disposti a fare il mutuo, ma ovviamente siamo praticamente costretti a causa dell'imminente rogito (dopodomani!).

Come ci dobbiamo comportare? E' una cosa legale?



Anticipatamente chiedo scusa per i toni polemici, ma la banca e soprattutto il direttore della filiale di Cossato non ha mai avuto un comportamento pulito e trasparente.

Grazie e saluti




Alessandro e Roberta
nowar
Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 27 mag 2008, 15:46
Località: vercelli

Re: variazione condizioni mutuo (a tasso fisso)

Messaggioda maigret » mer 28 mag 2008, 15:47

Gentile consumatore,
comprendiamo e giustifichiamo i toni; se Le fosse possibile posticipare il rogito Le consiglieremmo di contattare anche altre banche.
Se così non fosse Le suggeriamo di verificare se nelle condizioni di contratto il tasso applicato viene indicato/individuato come quello in vigore ad una certa data antecedente la stipula (come riferitoLe dal Direttore); inoltre, la banca non può legittimamente pretendere l'apertura di un c/c per la stipula del mutuo e comunque il consumatore può sempre poi procedere alla sua chiusura.
Laddove, infine, intendesse avvalersi dell'assistenza della nostra associazione per questa od altra questione potrà contattare telefonicamente la nostra sede più vicina tutti i giorni in orario di ufficio.
Cordiali saluti.
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
maigret
Avv. Codacons
 
Messaggi: 654
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28
Località: Torino


Torna a Crediti, Mutui, Acquisti a rate - Responsabilità degli Intermediari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite