FORUM CODACONS PIEMONTE

Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

 

FORUM CODACONS PIEMONTE

 


Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

Larve di mosca nel cibo in scatola

Tracciabilità, Controlli Ufficiali, Emergenze sanitarie, Prodotti fitosnitari, Sistema HACCP, BSE, TSE, Influenza aviaria, Latte all’ITX, Prodotti OGM-Free.

Larve di mosca nel cibo in scatola

Messaggioda r.dappri » lun 25 set 2006, 10:14

Salve, approfitto per salutarvi e per complimentarmi con voi. Vi chiedo
gentilmente un aiuto. Ho rinvenuto delle larve di mosca (vermi bianche di
1,5 cm) nella scatola di Felix- Purina gruppo Nestlè. Ho scattato varie
foto, ai vermi e alla confezione incriminata. Ho sentito che per cibi
manomessi o mal conservati, potrei chiedere un risarcimento danni. Questo vi

risulta? Potreste indicarmi una modalità di azione che faccia valere i miei
diritti di consumatore?

Sono a dir poco indignato, non oso neanche pensare che qualche verme i miei
gattini l'avessero già mangiato, prima che rimuovessi il tutto!!

che posso fare? ho letto anche di gente che ha postato confezioni incriminate direttamente alla ASL più vicina. vi risulta qualcosa del genere?

grazie e buon lavoro
r.dappri
Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: lun 25 set 2006, 10:07

Messaggioda pantera rosa » lun 25 set 2006, 13:40

La vendita di prodotti alterati è fonte di responsabilità anche penale a carico di chi pone in commerico o conserva il prodotto in violazione delle norme igieniche, sanitarie etc...di riferimento.
Espressamente competenti per le indagini del caso sono i NAS oppure come lei stesso ha indicato l'ASL.
In ogni caso le consigliamo di inviare un esposto alla Procura oppure se lo riterrà, la nostra associazione potrà provvedervi.
In tale caso la invitiamo a trasmetterci una mail all'indirizzo codaconsto@infinito.it, specificando meglio il prodotto, il lotto, la data di acquisto, il luogo di acquisto.
Il codacons potrà anche intervenire direttamente nei confronti del produttore per chiedere il risarcimento dei danni in caso di sua adesione all'associazione (comporta il pagamento di una quota associativa di euro 50,00 ed ha validità annuale)
Le consigliamo di conservare lo scontrino, e la documentazione di eventuali spese che dovessero derivare dalla necessità di far visitare i suoi gatti per scongiurare il pericolo di ingestione.
Cordialità.
Avatar utente
pantera rosa
Avv. Codacons
 
Messaggi: 103
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28


Torna a Sicurezza ed etichettatura dei prodotti alimentari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite