FORUM CODACONS PIEMONTE

Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

 

FORUM CODACONS PIEMONTE

 


Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

Semavelox

Vigili Urbani, Polizia Municipale e Stradale e Ausiliari del Traffico: chi può multare chi e che cosa? Contestazione immediata o differita. Notifica: Tempi e formalità. Pagamento in forma ridotta. Ricorso al Giudice di Pace o al Prefetto. Autovelox: accertamento senza contestazione immediata, taratura, omologazione. Accessi vietati in ZTL e Telecamere. Patente a punti. Sanzione per rifiuto o omessa indicazione delle generalità del conduttore.

Semavelox

Messaggioda skinhopper » mar 15 lug 2008, 13:56

Ho ricevuto tramite raccomandata, la contestazione di una multa per passaggio con semaforo rosso (154€ e decurtazione di 6 punti dalla patente)effettuata tramite semavelox in C.so Garibaldi, all'altezza dello svincolo della tangenziale, nel comune di Venaria Reale (To)in data 28/02/08. La raccomandata è arrivata entro i 150 giorni quindi i termini sono giusti. Ho letto numerosi articoli sull'illegittimità delle sanzioni effettuate tramite tali dispositivi (i semavelox); ed effettivamente mi pare strano aver bruciato un semaforo dato che faccio sempre molta attenzione a non passare col rosso, tuttalpiù potrei essere passato col giallo. In ogni caso qual'è lo stato dell'arte della normativa a riguardo dei semavelox? (gli articoli da me trovati risalgono a febbraio) Nel mio caso è utile presentare ricorso? Da un articolo di giornale(Torino Cronaca del 26/04/08) rinvenuto su internet(http://www.strademulte.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=4753) ho letto che il semavelox in questione sarebbe stato attivo dal 2 maggio 2008, come faccio a sapere se, quando sono stato fotografato, il suo funzionamento era già stato legittimato? Questi dispositivi sono legittimi/legali o meno? Se si la loro legalità dipende dalla durata del giallo, o da qualche altra variabile?
Spero di essere stato sufficientemente chiaro.
skinhopper
Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 15 lug 2008, 13:26
Località: La Cassa TO

Re: Semavelox

Messaggioda nerowolf » lun 21 lug 2008, 12:27

Egregio consumatore,
La rimando alla risposta fornita precedentemente per quel che concerne la fattibilità del ricorso. Posso solo aggiungere che di per sè lo strumento è legale, nel senso che il suo impiego è previsto dalla legge (non ha nessuna rilevanza, perciò, quando sia stato installato). Piuttosto, si pongono due serie questioni in merito al suo utilizzo. Secondo quanto da tempo sostiene il Codacons - opinione confermata da una recente una circolare del Ministero degli interni - o l'apparecchio è collocato con la contemporanea presenza di organo accertatore (nel suo caso polizia municipale di Venaria) ed allora tutto è regolare (salvo quanto si dirà dopo sulla durata del 'giallo'); oppure non c'è tale compresenza ed allora bisogna verificare se il semaforo si trova su una di quelle strade che il Prefetto (nel suo caso, della Provincia di Torino) ha individuato con ordinanza apposita, ai sensi dell'art. 4 della decreto legge 121 del 2001. Dunque, il ricorso secondo noi è fattibile se la strada dove era ubicato l'impianto che ha fotografato il suo mezzo (anche questa circoistanza andrebbe, però, precauzionalmente accertata, visto che non è infrequente l'errore di chi legge foto di targhe) non è nell'elenco disponibile presso gli uffici della prefettura o su internet al seguente indirizzo: (http://www.comune.torino.it/prefto/uffi ... 6_2005.pdf).
Condizione preliminare, naturalmente, è che non vi fosse nel suo caso un agente accertatore presente: a quanto ci risulta,di norma non ci sono mai, perchè è un costo che non giustifica poi il posizionamento dell'impianto e vanificherebbe le esigenze di 'far cassa' del Comune ; in ogni caso è sufficiente vedere se nel verbale viene data una spiegazione articolata del perchè non è stato possibile fermare il veicolo per fare la contestazione immediata o se viene semplicemente richiamato l'art. 201 comma 1 bis e 1 ter del Codice della Strada. In quest'ultimo caso, è certo che l'agente non c'era.
Una seconda eccezione sollevata dalla nostra associazione riguarda invece il fatto che spesso i comuni, una volta installato il semavelox, riducono drasticamente la durata del giallo, approfittando del fatto che il Codice non stabilisce una durata standard. Il tempo di reazione per un conducente attento e pronto è di minimo un secondo durante il quale, se uno viaggia anche solo a 50 Km/h, percorre già 15 metri, portandosi quindi in prossimità del semaforo. Poi bisogna aggiungere lo spazio di frenata. L'art. 41, comma 10, stabilisce che con il giallo occorre fermarsi, a meno che ci si trovi così prossimi, al momento dell'accensione della luce gialla, che non ci si possa più arrestare in condizioni di sufficiente sicurezza. In tal caso si deve sgombrare sollecitamente l'area di intersezione con opportuna prudenza. E' evidente che se un comune fa durare il giallo solo 2 secondi, sarà molto probabile che gli automobilisti passino con il rosso. Ciò detto, tuttavia, riteniamo che fare ricorso solo per questo motivo sia rischioso, perchè in tanto occorrerebbe sapere quanto è il tempo di programmazione del giallo in quel semaforo e quindi bisognerebbe fare accesso agli atti del Comune, ma i tempi sono più lunghi del termine per impugnare il verbale. Poi, mancando la modifica dell'art 41 comma 10 del Codice della Strada (il Codacons ha per questo già diffidato Il Ministero), rimane una discrezionalità piuttosto ampia da parte del Comune nell'impostazione dei tempi del semaforo.
Certo di averle dato informazioni utili per valutare l'eventuale ricorso, le porgo nuovamente cordiali saluti
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
nerowolf
Avv. Codacons
 
Messaggi: 138
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:29
Località: Torino

Re: Semavelox

Messaggioda edovento » sab 22 ott 2011, 15:49

Salve, in merito a questo argomento posso aggiungere che le apparecchiature "Photor" installate su corso Garibaldi sono certificate e effettuano 2 scatti sull'auto in transito. Inutile aggiungere le varie sentenze della cassazione a favore. Pensate che riescono a respingere ricorsi per auto in sosta sul passo carraio della propria abitazione come è successo a me.
Sono solo perplesso sulla cartellonistica posta sul corso Garibaldi a Venaria, non proprio semplice da identificare....
edovento
Utente
 
Messaggi: 3
Iscritto il: sab 17 set 2011, 9:35
Località: Torino


Torna a Multe Codice della Strada

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite