FORUM CODACONS PIEMONTE

Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

 

FORUM CODACONS PIEMONTE

 


Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

Pratiche scorrette (del venditore finale) Codice del Consumo

Conformità, Riparazione, Sostituzione, Risoluzione Del Contratto, Onere Probatorio, Beni Usati, Garanzia Contrattuale di Buon funzionamento, Garanzia del Produttore.

Pratiche scorrette (del venditore finale) Codice del Consumo

Messaggioda marcofabi111 » lun 28 gen 2013, 14:01

Gentilissimi,
ho acquistato un "bene di consumo"(un robot da cucina) presso un rivenditore e, a distanza di qualche mese, noto che esso non funziona come dovrebbe. Lo porto al negoziante (venditore finale) che, farfugliando qualcosa, mi induce a spedire il tutto al produttore. Così faccio, e tutto formalmente (raccomandate, etc.). Nulla mi viene risposto. Ora, però, avendo aperto gli occhi (grazie ad amici più informati) vorrei citare in causa il venditore che mi ha ingannato, facendo decorrere inutilmente i 24+2 mesi di garanzia legale.
Infatti, come mi è stato detto, avrei dovuto insistere poichè lui avrebbe dovuto riparare o sostituire il bene, oppure rimborsarmi del prezzo pagato.
Come faccio, visto che la legge dice "in ogni caso l'azione si prescrive nei 24 mesi dall'acquisto"?
Io, inizialmente, ci sono andato e mi son fidato!
Ma è possibile che bisogna davvero stare sempre sul chi va là?
Avrei intenzione di agire contro di lui perchè non ha ottemperato all'obbligo di prendere in consegna il bene, così come prescritto dalla legge e dalla garanzia commerciale (del produttore).
E' possibile? Si tratterebbe di responsabilità contrattuale o extracontrattuale (10 o 5 anni di prescrizione) oppure inevitabilmente i miei diritti sono prescritti allo scadere dei 24+2 mesi del codice del consumo?
Il comportamento scorretto del venditore (doloso!) può permettermi di agire con le ordinarie azioni di inadempimento?
Praticamente, vorrei (passatemi il termine) bypassare il sistema previsto dal Codice del Consumo (prescrizione biennale) fruendo di quella ordinaria o breve, a causa del comportamento scorretto del venditore (dalchè "pratica scorretta") il quale si è approfittato della mia fiducia (o ingenuità...).
Dalla vicenda ho fatto qualche ricerca mirata (ecco perchè ho tratto queste conclusioni), secondo voi il mio diritto può essere azionato con i rimedi generali?
Grazie mille.

Marco
marcofabi111
Utente
 
Messaggi: 7
Iscritto il: mar 14 apr 2009, 7:24
Località: Roma

Re: Pratiche scorrette (del venditore finale) Codice del Con

Messaggioda cerbero » mer 30 gen 2013, 17:26

Gentile Marco,

dovrebbe poter provare che il venditore si è comportato in maniera non corretta nei suoi riguardi.

Lo può provare?
Immagine


Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it

codacons.piemonte@gmail.com
Avatar utente
cerbero
Moderatore
 
Messaggi: 322
Iscritto il: mer 30 nov 2005, 19:20
Località: Torino


Torna a Garanzia del venditore per i vizi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite