FORUM CODACONS PIEMONTE

Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

 

FORUM CODACONS PIEMONTE

 


Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

disdetta linee telefoniche

Distacchi di linea ingiustificati. Attivazione di servizi mai richiesti, Connessione a numeri a tariffazione speciale (144,709, 899 ecc.) e il pericolo dei dialers, Servizi di informazione a pagamento (892892,12.40 ecc.): tutela della Privacy e Pubblicità Ingannevole...

disdetta linee telefoniche

Messaggioda denny963 » gio 17 apr 2008, 10:55

buongiorno, vorre sapere se per quanto riguarda la disdetta delle linee telefoniche, sono legali i 60 € richiesti come penale per disdetta anticipata.
io ho una linea tele2 con il distacco dalla linea telecom, il contratto l'ho attivato in data 29.03.07. oggi che ho traslocato, mi è stato detto che dovrò pagare una penale di 60 € in quanto la disdetta non è stata fatta entro l'anno di attivazione del contratto.
in più per poter avere il telefono, ho dovuto riaprire una linea telecom al costo di 96 €, ed essendo intenzionata a cambiare comunque gestore telefonico, leggendo le clausole nel sito della telecom ho letto che anche in questo caso dovrò pagare 60 € di penale, perchè sono legato a loro per un anno dall'attivazione della nuova linea.
ma è normale tutto questo???
so che la legge BERSANI ha portato diversi cambiamenti anche per quanto riguarda le norme sulla telefonia sia mobile che fissa, nel caso non dovessi pagare queste penali, come mi devo comportare?
devo ancora disdire tecnicamente la linea tele2 e vorrei sapere se nella lettera di disdetta, devo fare riferimento alla legge BERSANI? Vi ringrazio anticipatamente, un saluto
denny963
Utente
 
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 17 apr 2008, 10:37
Località: Trecate (NO)

Re: disdetta linee telefoniche

Messaggioda maigret » mar 22 apr 2008, 13:41

Gentile consumatrice,
riportiamo qui di seguito la disciplina introdotta dal c.d. decreto Bersani (art. 1 comma 3 l. 2 aprile 2007 n° 40):
"I contratti per adesione stipulati con operatori di telefonia e di reti televisive e di comunicazione elettronica, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata, devono prevedere la facolta' del contraente di recedere dal contratto o di trasferire le utenze presso altro operatore senza vincoli temporali o ritardi non giustificati e senza spese non giustificate da costi dell'operatore e non possono imporre un obbligo di preavviso superiore a trenta giorni. Le clausole difformi sono nulle, fatta salva la facolta' degli operatori di adeguare alle disposizioni del presente comma i rapporti contrattuali gia' stipulati alla data di entrata in vigore del presente decreto entro i successivi sessanta giorni.
Alla luce della suddetta norma la richiesta da parte dell'operatore, in caso di recesso dell'utente, di una penale "tout court", non sembra legittima potendo lo stesso richiedere soltanto il rimborso delle spese giustificate da costi sostenuti (concetto questo che mal si concilia con il termine penale). Tutt'al più e forse, una penale potrebbe essere legittimamente richiesta dall'operatore nel caso in cui il contratto riconosca all'utente la facoltà di recedere prima del preavviso previsto (che comunque non può essere superiore a trenta giorni).
Cordiali saluti.
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
maigret
Avv. Codacons
 
Messaggi: 654
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28
Località: Torino


Torna a T E L E C O M

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite