Pagina 1 di 1

sospensione rc auto

MessaggioInviato: lun 28 dic 2009, 22:40
da nykkodemus
Salve,
a seguito della vendita di un mio autoveicolo,ed in attesa dell'arrivo di un altro, ho proceduto alla sospensione dell'assicurazione sulla prima auto.
l'assicuratore mi ha informato che la durata minima della sospensione è fissata in 3 mesi ed 1 giorno.volevo chiedere:

1.la durata minima della sospensione è fissata da una legge o è a discrezione della società assicuratrice?
2.non vi è differenza tra una sospensione per inutilizzo del veicolo e per vendita dello stesso?

Grazie a quanti mi potranno essere di aiuto

Re: sospensione rc auto

MessaggioInviato: mar 12 gen 2010, 17:16
da maigret
Gentile consumatore,
la sospensione della polizza RCA generalmente è regolata dalle Condizioni di polizza.
Il termine di 3 mesi indicato dall’Assicuratore è il periodo minimo consigliato di sospensione per:
a) far sì che all’atto della riattivazione si possa usufruire di una proroga di copertura pari alla durata della sospensione;
b) non dover pagare alcun premio per la sospensione (es. se si sospende una polizza oggi 12/01/2010 e la scadenza della rata di premio è 12/03/2010, non ci sono i 3 mesi minimi richiesti; per questo motivo il Contraente versa alla Compagnia il rateo dovuto fino alla data del 12/03/2010 e se la polizza resterà sospesa per almeno 3 mesi, all’atto della riattivazione es. 12/04/2010 il contratto godrà di un prolungo di copertura pari al periodo di sospensione effettuato; se invece la riattivazione dovesse avvenire prima dei 3 mesi, al Contraente verrebbe rimborsato il premio integrativo pagato ma non godrebbe di alcun prolungo di copertura, in sintesi sarebbe come non avere mai sospeso l’auto!!!);
Alla luce di quanto sopra il nostro consiglio è di annullare il contratto per vendita (o anche tentata vendita con foglio del concessionario), farsi rimborsare il premio pagato e non goduto sul contratto di assicurazione e poi, quando arriverà la macchina nuova tornare in assicurazione per assicurare il nuovo veicolo, godendo sempre della stessa classe di merito che aveva sull’auto vecchia (Legge Bersani).
Cordiali saluti.