FORUM CODACONS PIEMONTE

Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

 

FORUM CODACONS PIEMONTE

 


Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

Classe di merito invariata

Bonus Malus, Certificati di assicurazione, Concorso di colpa, Constatazione Amichevole e Convenzione di Indennizzo Diretto (C.I.D.), Decorrenza, Decadenza e Disdetta, Fondo di Garanzia per le Vittime della strada, Massimari e Franchigie, Premi, Cartelli di Imprese e Multe Antitrust.

Classe di merito invariata

Messaggioda melaino » mer 25 apr 2007, 13:47

Buongiorno, mi chiamo Andrea Testa e Vi disturbo perchè ho avuto un problema
con l'assicurazione della mia moto:
Quando sono andato a pagare il premio mi sono accorto che il cedolino era
identico a quello dell'anno scorso. Quando ho chiesto spiegazioni sul fatto
che non era diminuito il premio (cosa che era sempre successa negli altri
quattro anni di assicurazione)mi è stato risposto di ringraziare il fatto
che non fosse aumentato. Altra cosa non proprio trasparente è il fatto che
non compaia da nessuna parte la mia classe di merito (questo già dall'anno
passato) pur essendo un'annualità.
Vi disturbo solo per chiederVi se avete i dati degli aumenti delle tariffe
assicurative, cosicchè possa fare i miei conti. Io vivo in un comune nella
provincia di Torino e la mia compagnia è "Generali".
Grazie.
Cordialmente,
Andrea Testa
melaino
Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mer 25 apr 2007, 13:41

Messaggioda maigret » gio 3 mag 2007, 11:50

Gentile consumatore,
rispondiamo ai quesiti da Lei posti:
- sull'attestato di rischio, il regolamento ISVAP 09.08.2006 n° 4 , G.U. 26.09.2006, che attua le disposizioni del nuovo codice delle assicurazioni, dal 1° gennaio 2007 obbliga le compagnie assicurative ad inviare l’attestato di rischio direttamente al domicilio del contraente almeno 30 giorni prima della scadenza del contratto (secondo la normativa precedente l'attestato di rischio andava richiesto presso l'agenzia territorialmente competente e non prima di 3 giorni dalla scadenza del contratto).
Contestualmente all'invio dell'attestato di rischio le compagnie dovranno anche inviare all’assicurato una comunicazione contenente:
• data di scadenza del contratto;
• modalità di esercizio della disdetta contrattuale da parte del contraente;
• indicazioni in merito al premio di rinnovo della garanzia.
- sull'andamento delle tariffe i dati sono invero contrastanti perchè quelli forniti dall'ANIA, guarda caso, indicano diminuzioni o aumenti contenuti entro il tasso di inflazione mentre quelli delle associazioni di consumatori aumenti superiori e non giustificati dalla diminuzioni dei costi della gestione dei sinistri (per il calo degli incidenti e grazie all'introduzione dell'indennizzo diretto).
In ogni caso qualora l'aumento praticato alla Sua polizza fosse stato superiorre al tasso d'inflazione programmata (per l'anno 2007 pari al 2,0%) ed escluso l'eventuale "malus", ai sensi dell'articolo 172 del Codice delle assicurazioni( d.lgs n.209/2005), Lei poteva disdettare il contratto anche oltre il termine previsto dal contratto stesso e fino al giorno di scadenza indicato in polizza.
Cordiali saluti.
Avatar utente
maigret
Avv. Codacons
 
Messaggi: 654
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28
Località: Torino


Torna a Rc-auto

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite