FORUM CODACONS PIEMONTE

Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

 

FORUM CODACONS PIEMONTE

 


Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Bonus Malus, Certificati di assicurazione, Concorso di colpa, Constatazione Amichevole e Convenzione di Indennizzo Diretto (C.I.D.), Decorrenza, Decadenza e Disdetta, Fondo di Garanzia per le Vittime della strada, Massimari e Franchigie, Premi, Cartelli di Imprese e Multe Antitrust.

Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda matrix1979 » ven 18 gen 2008, 11:17

Ciao a tutti!
Vi spiego il mio problema:
Ho 28 anni e ho una fiat 600 intestata a me da esattamente 3 anni. Mi pare di essere in classe 12 (circa 1000 euro all’anno di assicurazione).
La mia assicurazione e’ scaduta esattamente ieri (in questo momento si trova dal carrozziere – mi son venuti addosso- e ne “avra’” per circa unas settimana).
Premesso che non intendo piu’ pagare 1000 euro di assicurazione (vorrei usufruire del decreto bersani), ho pensato di procedere nel modo seguente:
cointestare la mia macchian a mio padre, in modo da prendere la sua classe di merito (una prima) e in modo da poter usufruire anche io in futuro di tale classe.
Ora vorrei chiedervi se vi sono altre possibilita’ per poter risparmiare il costo di contestazione dell’autovettura, che penso sia equivalente a quello si un passaggio di proprieta’ (non so se qualcuno sa se vi sono delle assicurazioni che permettono di cointestare la polizza pur non avendo la contestazione del mezzo??) .
Vi ringrazio per le risposte che potrete/saprete darmi!
Buona giornata a tutti
matrix1979
Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: ven 18 gen 2008, 11:15

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda maigret » lun 28 gen 2008, 10:42

Gentile consumatore,
Il secondo comma dell'art. 5. decreto legge n. 7 del 31 gennaio 2007, convertito dalla legge n. 40 del 2 aprile 2007, Bersani bis (Misure per la concorrenza e per la tutela del consumatore nei servizi assicurativi) così dispone:
"All'articolo 134 del codice delle assicurazioni private di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, sono aggiunti, in fine, i seguenti commi:
4-bis. L'impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica gia' titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non puo' assegnare al contratto una classe di merito piu' sfavorevole rispetto a quella risultante dall'ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo gia' assicurato".

La norma permette, pertanto di poter assicurare una seconda autovettura, intestarla al FAMILIARE purchè CONVIVENTE (come da risultanze dello Stato di famiglia) ed inserirla nella classe di merito più conveniente, semprechè l'auto in questione provenga da 1^ immatricolazione (auto nuova), o da voltura (non deve risultare già precedentemente assicurata dal medesimo cliente nonchè, ci pare di ricavare dalla norma, da un componente del suo nucleo familiare).

Il suo caso rientrerebbe nell'ipotesi da ultimo descritta e, pertanto, Le suggeriamo, prima di effettuare la voltura, di verificare la disponibilità della Sua compagnia ad accordarLe la classe di Suo padre.
Quanto alla possibilità di cointestare la polizza senza cointestazione del mezzo, pur dovendo esserci coicidenza tra proprietario ed assicurato, la compagnia può decidere di addivenire ugualmente alla stipula; Le suggeriamo pertanto nuovamente di verificare presso la Sua compagnia od altre che vorrà eventualmente.
Cordiali saluti.
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
maigret
Avv. Codacons
 
Messaggi: 652
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28
Località: Torino

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda Alberto » mar 8 apr 2008, 11:16

Buongiorno a tutti,mi sono iscritto oggi ed ho un quesito da proporre.
Ho un veicolo intestato a me ed ora è in uso a mia Figlia che risiede in Valle d'Aosta.
Vorrei cointestare il veicolo con mia figlia in modo che un giorno quando cambierà auto possa avere la stessa classe di rischio.
Infatti oggi sono nella classe 1H e sarebbe un peccato se lei fosse inserita nella 15 con un'auto nuova.
Questo fatto si è generato per cercare di risparmiare molto in quanto quando presi l'auto l'assicurazione a mia figlia sarebbe venuta oltre i 5 milioni
mentre a me che ero in 1 classe venne circa 1,8 milioni.
Così facendo da 10 anni non ho permesso a mia figlia di avere una Classe in assicurazione.
Il Decreto Bersani mi ha sfiorato,infatti lei prese la nuova residenza a Gennaio ed il Decreto andò in vigore a Giugno,credo,tutta questa è la storia.
Io vivo a Roma e se cointesto continuerò a pagare il premio di Roma,poi un domani, quando lei avrà una nuova auto, pagherà su Aosta l'importante ,chiedo, se potrà avere la Classe della vecchia auto.
Grazie e cordiali saluti
Saluti e Cieli sereni
Alberto
Utente
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mar 8 apr 2008, 10:59
Località: Roma

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda maigret » mar 8 apr 2008, 13:25

Gentile consumatore,
Il secondo comma dell'art. 5. decreto legge n. 7 del 31 gennaio 2007, convertito dalla legge n. 40 del 2 aprile 2007, Bersani bis (Misure per la concorrenza e per la tutela del consumatore nei servizi assicurativi) così dispone:
"All'articolo 134 del codice delle assicurazioni private di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, sono aggiunti, in fine, i seguenti commi:
4-bis. L'impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica gia' titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non puo' assegnare al contratto una classe di merito piu' sfavorevole rispetto a quella risultante dall'ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo gia' assicurato".

La norma permette, pertanto di poter assicurare una seconda autovettura, intestarla al FAMILIARE purchè CONVIVENTE (come da risultanze dello Stato di famiglia) ed inserirla nella classe di merito più conveniente, semprechè l'auto in questione provenga da 1^ immatricolazione (auto nuova), o da voltura (non deve risultare già precedentemente assicurata dal medesimo cliente nonchè, ci pare di ricavare dalla norma, da un componente del suo nucleo familiare).

Il suo caso, non essendovi convivenza tra i familiari, non rientra conseguentemente tra le ipotesi contemplate dalla norma.
Il Suo proposito, se abbiamo ben compreso quanto da Lei esposto, sarebbe pertanto quello di cointestare l'attuale veicolo e cointestare altresì la polizza così che in caso di futuro acquisto da parte di Sua figlia di un ulteriore veicolo anche questo possa usufruire della medesima classe. Riteniamo, tuttavia, che la compagnia non aderisca ad una richiesta del genere (perchè finalizzata ad aggirare la norma e peraltro ipotizzabile anche prima del decreto Bersani) rifiutando da subito la cointestazione della polizza o, in futuro per il caso di acquisto di un nuovo autoveicolo intestato alla sola figlia, di attribuirgli la classe da Lei maturata.
Le suggeriamo, pertanto, prima di effettuare la voltura, di verificare la disponibilità della Sua compagnia od altre che vorrà eventualmente contattare ad accordare in futuro a Sua figlia la Sua medesima classe (senza tuttavia alcuna garanzia che la compagnia o l'agenzia, a distanza di tempo, non muti parere).
Cordiali saluti.
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
maigret
Avv. Codacons
 
Messaggi: 652
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28
Località: Torino

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda Alberto » gio 10 apr 2008, 15:01

Grazie della rapida risposta.
La Compagnia,Zurigo,mi ha risposto dicendo che posso cointestare ed al momento,quando mia figlia
cambierà auto potrà intestarsela e prendere la classe attuale.
Mi hanno detto che al momento è possibile ,per il Decreto Bersani,
poi in futuro "dato che le modifiche al Decreto sono giornaliere"(testuali parole!!!)
si vedrà.
Certo che la Vostra risposta articolata e riferente i termini di legge mi sembra più precisa e senza "forse",
però dato che anche un 'assicuratore Zurigo di Aosta mi ha detto che si può fare,proverò a cointestare e vedrò poi gli sviluppi futuri.
Ancora grazie per la precisione e tempestività della risposta.
Saluti e Cieli sereni
Alberto
Utente
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mar 8 apr 2008, 10:59
Località: Roma

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda Pecos » mar 20 mag 2008, 23:43

Vorrei porre un quesito riguardo ad una cointestazione dell’assicurazione auto.

La situazione è questa:

Sono proprietario di una vettura privata intestata a me, che risiedo a Bolzano, con polizza anch’essa a me intestata.
Sono anche proprietario unico di una seconda auto immatricolata a Pistoia, che utilizzava mio cognato li residente. Questa deve essere rottamata. Questa vettura è coperta da un’assicurazione di una compagnia diversa da quella di Bolzano dove risiedo, è in classe 1 ed è intestata solo a me.

Adesso vorrei trasferire questa polizza sulla macchina di mio nipote, che già possiede, cointestando a me, a mio nipote e sua madre sia la polizza da trasferire che la vettura di mio nipote. Questo per non perdere il vantaggio della classe maturato da quella polizza.

Chiedo:
- Si può fare?
- Potrò mantenere la stessa classe di merito?
- Se un domani vorrò uscire dalla contestazione della vettura e della polizza trasferendo la proprietà solo a loro, potranno mantenere la stessa classe 1 oppure l’assicurazione potrà/dovrà ricalcolare la classe di merito in funzione dei nuovi proprietari (cioè mio nipote e sua madre)?

L’eventuale ricalcolo sarà fatto prendendo a riferimento mio nipote, che ha 21 anni, oppure sua madre?

Grazie per le risposte che potrete darmi.
Cordiali saluti.
Pecos
Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 20 mag 2008, 23:28
Località: Bolzano

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda maigret » mer 21 mag 2008, 9:37

Gentile consumatore,
non dovrebbero esserci difficoltà a trasferire la polizza in classe 1, dall'auto rottamata a quella di cui Lei acquisterà una quota (essendo attualmente di proprietà del nipote e della madre); per maggior sicurezza, peraltro, prima di procedere alla voltura Le suggeriamo di chiederne conferma all'agenzia assicurativa alla quale potrà altresì rivolgere gli ulteriori quesiti da Lei posti.
Cordiali saluti.
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
maigret
Avv. Codacons
 
Messaggi: 652
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28
Località: Torino

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda arcibald » mer 21 mag 2008, 21:44

Salve; ero in cerca di verifiche per dei dati che mi sono sembrati strani e rilasciatimi dal mio assicuratore e mi sono imbattuto in questo vostro interessantissimo sito.
Passo subito alla domanda: oggi ho venduto la mia auto ed ho ritirato il tagliando assicurativo dal vetro.
Sono in 11° classe e la scadenza è settembre.

1
Ora, se invio il tagliando al mio assicuratore che mi ha detto mi rimborserebbe il periodo rimanente, posso richiedere l'attestato di rischio che dovrebbe valermi per 5 anni oppure per averlo devo fare per forza scadere, senza utilizzarla, l'assicurazione?

2
Se porto in sospensione la polizza, è legale riattivarla tra un anno per un solo giorno sull''auto oramai venduta per poi sospenderla il giorno dopo e riporla in sospensione per un altro anno?

3
Inoltre: se acquisto poi un'altra auto, so che si può prendere la classe del famigliare convivente se migliore. La domanda è: vivo con una donna - MA NON SIAMO SPOSATI- e siamo nello stesso stato di famiglia; questa condizione è intesa come sufficiente per applicare il decreto bersani circa l'utilizzo della stessa classe di merito del familiare convivente?

Grazie
arcibald
Utente
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mer 21 mag 2008, 21:25
Località: asciano

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda maigret » gio 22 mag 2008, 17:39

Gentile consumatore,
in merito a quanto da Lei evidenziato riteniamo di poterLe fornire le seguenti indicazioni:

1 il cosiddetto decreto Bersani ha aggiunto all'articolo 134, comma 3, del codice delle assicurazioni private il seguente periodo: «In caso di cessazione del rischio assicurato o in caso di sospensione o di mancato rinnovo del contratto di assicurazione per mancato utilizzo del veicolo, l'ultimo attestato di rischio conseguito conserva validita' per un periodo di cinque anni». Pertanto, come riferito dal Suo assicuratore, all'atto della restituzione del tagliando assicurativo Le verrà rimoborsata la parte di premio relativa al periodo assicurativo non utilizzato mentre l'ultimo attestato di rischio ricevuto (quello consegnatoLe prima dell'ultimo rinnovo della polizza) conserverà la sua validità per cinque anni;

2 così essendo (e quindi mantenendo Lei tutti i vantaggi derivanti dalla validità quinquennale dell'attestato di rischio anche in caso di cessazione del contratto) non vi è alcuna necessità di sospendere la polizza (in ogni caso, escludiamo che possa venire riattivata successivamente per un mezzo non più di Sua proprietà);

3 la legge (articolo 134 comma 4 bis del codice delle assicurazioni private: "L'impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica gia' titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non puo' assegnare al contratto una classe di merito piu' sfavorevole rispetto a quella risultante dall'ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo gia' assicurato") non richiede un rapporto di parentela ma parla di nucleo familiare che, a nostro avviso, dovrebbe intendersi (e così è ad esempio a fini fiscali) come quello risultante dallo stato di famiglia e cioè il nucleo di persone conviventi nella stessa abitazione a prescindere dal rapporto di parentela. Per sicurezza potrà comunque chiedere conferma di ciò alla Sua compagnia e al Suo assicuratore.

Cordiali saluti.
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
maigret
Avv. Codacons
 
Messaggi: 652
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28
Località: Torino

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda arcibald » ven 23 mag 2008, 12:11

La ringrazio Avvocato,
è stato molto chiaro e gentile.
Avrò piacere di frequentare più spesso il Suo/Vostro sito.
Cordialità. :D
arcibald
Utente
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mer 21 mag 2008, 21:25
Località: asciano

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda laura.buonomo » ven 5 set 2008, 12:47

Salve,
vi spiego il mio dubbio.
Vivo a Roma ma sono ancora, e per poco, residente a Napoli.
La macchina che utilizzo è attualmente intestata a mio padre (a Napoli) che si trova in 7 classe.
Pago 1800 euro di assicurazione annuale, da qui l'esigenza di trovare una soluzione!
L'assicurazione scade ad aprile dell'anno prossimo e per tale data dovrei aver avuto il cambio residenza, da NApoli a Roma.
I miei dubbi sono:
1) Cambiando residenza non potrò + usufruire del decreto Bersani? Dovrò quindi iniziare dalla 14 classe? (più il passaggio di proprietà)

2) L'auto è stata acquistata nel 2005, forse sono esclusa a priori da queste agevolazioni?

3) Attualmente convivo, ho sentito che è possibile prendere la classe del convivente, è vero? Ci sono condizioni particolari?

Grazie mille per la disponibilità,
Laura
laura.buonomo
Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: ven 5 set 2008, 12:37

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda maigret » lun 8 set 2008, 9:10

Gentile consumatrice,
in merito a quanto da Lei evidenziato ed ai dubbi sollevati precisiamo quanto segue:
1) l'auto può rimanere intestata a Suo padre (quindi sempre con la medesima classe) e lei continuerà ad utilizzarla come prima anche se si trasferisce di città (quindi non si pone nemmeno il problema dell'applicabilità o meno del cd decreto Bersani); altra possibilità, per acquisire IN PROPRIO la classe 7^ di Suo padre, è quella di volturare l’auto a se stessa PRIMA del cambio di residenza da Napoli a Roma (dando per scontato che oggi a Napoli Lei convive con Suo padre), perché altrimenti non potrà usufruire dell’applicazione più vantaggiosa della tariffa da Napoli a Roma, per effetto del cambio di residenza, in quanto il proprietario al PRA resta Suo padre, residente a Napoli.
2) La data di immatricolazione dell’auto non è motivo di inapplicabilità del Decreto Bersani (si rammenta che però l’assegnazione di una classe di merito deve risultare o da voltura – come nel Suo caso - o da prima immatricolazione).
3) la legge (articolo 134 comma 4 bis del codice delle assicurazioni private: "L'impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica gia' titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non puo' assegnare al contratto una classe di merito piu' sfavorevole rispetto a quella risultante dall'ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo gia' assicurato") non richiede un rapporto di parentela ma parla di nucleo familiare che, a nostro avviso, dovrebbe intendersi (e così è ad esempio a fini fiscali) come quello risultante dallo stato di famiglia e cioè il nucleo di persone conviventi nella stessa abitazione a prescindere dal rapporto di parentela. Per sicurezza potrà comunque chiedere conferma di ciò alla Sua compagnia e al Suo assicuratore.
Cordiali saluti.
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
maigret
Avv. Codacons
 
Messaggi: 652
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28
Località: Torino

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda franci28 » mar 21 ott 2008, 18:59

Salve, sono Francesca e vi scrivo da Palermo, il mio problema è il seguente:
Io e mia madre abbiamo acquistato la settimana scorsa una macchina, cointestandola.
Io e mia madre non siamo nello stesso stato di famiglia, ma il venditore ci ha assicurato che potevamo comunque usufruire del decreto bersani, perchè mia madre è prima cointestataria e in ogni caso lei vorrebbe intestarsi da sola la polizza assicurativa, e prendere quindi la classe di merito di mio padre.
Una volta immatricolata la macchina, siamo andati dall'assicuratore con il libretto, ma lui ci ha risposto che dal momento che la macchina è cointestata, mia madre non può stipulare la polizza da sola, e vale la regola del più giovane d'età, e visto che io non ho altre vetture intestate, dobbiamo partire dall'ultima classe.
Volevo chiedervi se effettivamente nella nostra situazione non c'è modo di poter usufruire del Decreto Bersani.
Grazie.
franci28
Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 21 ott 2008, 18:39
Località: Palermo

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda SteRR » mar 2 dic 2008, 13:40

Buongiorno a tutti,
Vi pongo il mio quesito in merito alla cointestazione di un veicolo sperando di ricevere un aiuto.

Io ho già una vettura intestata a me e assicurata in classe di merito 1, ora sono in attesa della consegna di una vettura nuova di prima immatricolazione che va ad aggiungersi a quella esistente, però la nuova vettura verrà intestata a me come primo intestatario e alla mia convivente come seconda intestataria, essendo entrambi sullo stesso stato di famiglia e residenti nella stessa abitazione (ma NON siamo sposati), ci sono problemi per mantenere la stessa classe di merito del veicolo intestato solo a me?

L'assicurazione dice che basta lo stato di famiglia che attesti che facciamo parte di un unico nucleo familiare, però ovunque leggo che per usufruire della legge bersani bisogna essere familiari conviventi, non familiari O conviventi.

Come devo comportarmi?

Grazie e saluti
SteRR
Utente
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mar 2 dic 2008, 13:27
Località: Milano

Re: Cointestazione auto o cointestazione RCA?

Messaggioda maigret » mar 2 dic 2008, 15:29

Gentile consumatore,
Le confermiamo che la legge (articolo 134 comma 4 bis del codice delle assicurazioni private) disponendo che "L'impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica gia' titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non puo' assegnare al contratto una classe di merito piu' sfavorevole rispetto a quella risultante dall'ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo gia' assicurato", non richiede un rapporto di parentela ma parla di nucleo familiare che, a nostro avviso, va inteso (e così è ad esempio a fini fiscali) come quello risultante dallo stato di famiglia e cioè il nucleo di persone conviventi nella stessa abitazione a prescindere dal rapporto di parentela (ed in tal senso è anche l'interpretazione, a quanto ci risulta, delle compagnie di assicurazione).
Ai fini dell'attribuzione della medesima classe, poi, potrebbere ritenersi sufficiente la cointestazione del nuovo veicolo (anche se sul punto alcune compagnie oppongono maggiori resistenze o decisamente un rifiuto).
Cordiali saluti.
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
maigret
Avv. Codacons
 
Messaggi: 652
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28
Località: Torino

Prossimo

Torna a Rc-auto

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite