FORUM CODACONS PIEMONTE

Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

 

FORUM CODACONS PIEMONTE

 


Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori

 

Errore stipila contratto: Assicurazione 2a Auto della Moglie

Bonus Malus, Certificati di assicurazione, Concorso di colpa, Constatazione Amichevole e Convenzione di Indennizzo Diretto (C.I.D.), Decorrenza, Decadenza e Disdetta, Fondo di Garanzia per le Vittime della strada, Massimari e Franchigie, Premi, Cartelli di Imprese e Multe Antitrust.

Errore stipila contratto: Assicurazione 2a Auto della Moglie

Messaggioda giorgio.maty » mar 4 dic 2007, 16:23

Buon giorno
vi chiedo un parere su un problema che mi è sorto con la mia assicurazione (la Toro)
un anno fà sono diventato cliente Toro, a quel tempo mi avevano detto che se mia moglie si sarebbe assicurata con loro, per il decreto bersani, avrebbe preso la mia classe di merito (1a) , dopo sei mesi mia moglie e andata da loro e già gli avevano fatto dei problemi, dicendo che non si poteva fare... ma poi magicamente (dopo che ho palrato con la titolare) gli hanno fatto l'assicurazione con la mia stessa classe di merito. Questo è avvenuto nel agosto 2007...
Ieri l'assicurazione ha chiamato mia moglie dicendo che la cosa non è più possibile... e bisogna annullare il contratto e rifarlo, pagando la classe più alta che aveva mia moglie (13esima) DICENDO CHE HANNO SBAGLIATO E NON POTEVANO FARE UN CONTRATTO DEL GENERE!
Premetto che in questo periodo non abbiamo avuto NESSUN INCIDENTE!

Ma possono fare questo? Modificare un contratto già in corso?
Ho scoperto che il decreto Bersani non è¨ retroattivo, ed è valido solo per le macchine aquistate dal 2007.. e' vero? la nostra Panda è stata aquistata nel 2002..
se è cos'ì l'assicurazione mi ha stipulato un contratto sbagliato!!!!
che posso fare???

Attendo fiducioso una vostra email chiarificatrice...

GRAZIE
giorgio.maty
Utente
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mar 4 dic 2007, 16:11

Messaggioda maigret » gio 6 dic 2007, 16:17

Gentile consumatore,
non ci pare proprio che la richiesta della Sua assicurazione sia corretta. Anche prima dell'entrata in vigore del decreto Bersani, una circolare ISVAP (la n° 420 del 2000) "invitava" le compagnie ad attribuire la stessa classe di merito ad un secondo veicolo assicurato dallo stesso proprietario così disponendo sul punto:

" Vi è infine un altro aspetto di carattere generale in ordine al quale pervengono numerosi reclami e che risulta essere oggetto di ricorrenti quesiti: la possibilità per il proprietario di veicolo assicurato che abbia acquistato altro veicolo di mantenere la classe di merito maturata sul primo veicolo.
Nell'attuale sistema tariffario con formule personalizzate in relazione al verificarsi o meno di sinistri tutti i veicoli di nuova immatricolazione e quelli assicurati per la prima volta dopo una voltura al Pubblico Registro Automobilistico vengono normalmente inseriti nella classe di ingresso, individuata generalmente per quanto riguarda la formula "bonus/malus" nella classe intermedia, sotto il profilo del premio da pagare, tra la classe meno elevata (la prima) e quella con premio più alto (la diciottesima).
Trattasi di una disciplina contrattuale non essendovi, al riguardo, previsioni di legge o regolamentari. Nel quadro di liberalizzazione tariffaria e delle condizioni assuntive introdotto dalle direttive comunitarie di terza generazione, le imprese possono modificare, e ciò in concreto diverse imprese hanno fatto, il numero delle classi di merito, i coefficienti di sconto e di penalizzazione conseguenti rispettivamente all'assenza o presenza di sinistri nel "periodo di osservazione", la classe di ingresso dei veicoli.
In questo contesto liberalizzato e aperto alla concorrenza, l'Istituto ritiene che le imprese, al fine di premiare gli assicurati che hanno dimostrato di tenere una guida prudente, possano prevedere nelle proprie condizioni di polizza, tenuto conto del necessario equilibrio tecnico tariffario, che il contratto relativo ad altro nuovo veicolo di proprietà del medesimo soggetto sia assegnato a una classe diversa e più favorevole di quella d'ingresso, compresa la medesima classe di merito maturata sul precedente veicolo".

E' ben vero che l'invito era limitato al caso dell'identico proprietario ma considerata la liberalilzzazione tariffaria sopra citata, nulla impediva alle compagnie di recepire l'invito allargandone pure le maglie.
Questo è quanto avvenuto nel Suo caso e riteniamo Suo diritto respingere le richieste dell'assicurazione mantenendo la classe già riconosciuta.
Laddove ciò non avvenga e sia interessato ad avvalersi dell'assistenza della nostra associazione potrà contattare telefonicamente la nostra sede.
Cordiali saluti.
Avvocato Codacons Torino: C.so G. Matteotti, 57 - 10121 - Tel. e Fax 0115069219

www.codacons.piemonte.it
Avatar utente
maigret
Avv. Codacons
 
Messaggi: 654
Iscritto il: ven 2 dic 2005, 14:28
Località: Torino


Torna a Rc-auto

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite